É tempo di partire

Oggi è un giorno speciale, un giorno che porta ottime notizie.

Ho deciso che è arrivato il momento di cambiare – radicalmente – prospettiva. Voglio farlo perché ho ancora molto da imparare e non voglio più trincerarmi dietro a scuse. Voglio farlo perché devo capire veramente quanto io valga. Voglio farlo perché accarezzo l’idea di farlo da troppo tempo, e perché penso che l’idea sia più che mai buona. E infine voglio farlo perché non ho pensato più di tanto alle conseguenze, e quando non rimugino troppo posso fare qualsiasi cosa.

Turin__s_sunny_winter_by_CAFxX

Darò nuovamente l’addio ai monti, e andrò a vivere a Tokyo.

Alcuni ne erano già al corrente da tempo, e ad alcuni ho anche già raccontato la sensazione che si prova. Paracadute in spalla, mi avvicino al portellone oltre il quale si stende un cielo sconfinato. Sai che la stretta allo stomaco sparirà non appena ti staccherai dall’aeroplano, ma per il momento non senti altro. Sai anche che nel preciso istante in cui ti staccherai, sarai vento; e tutto il resto sarà meno importante. E quindi, un passo dopo l’altro, ti avvicini al portellone.

_MG_0107

Nei prossimi due mesi cercherò di mettere un filo di ordine in ciò che lascio qui. Poi salirò su un aereo e quando mi risveglierò con il peggiore jetlag della storia sarò in Giappone, giusto in tempo per la fioritura dei ciliegi.

Non so bene se e quando tornerò qui tra i monti. Forse presto, forse mai. Forse con qualcuno mi incrocerò da qualche parte, altrove. Con altri probabilmente non ci vedremo mai più. In questi due mesi ci saranno arrivederci e addii. Un passo dopo l’altro, con lo stomaco stretto in una morsa, bisogna comunque farlo.

Non so neanche cosa penserà chi mi guarderà andar via. D’altronde, non so neppure con certezza cosa ne pensi io. Non so cosa pensare di chi rimane, o di cosa gli potrà accadere. Tutto ciò che so è che quando ti affacci da quel portellone riesci a guardare molto lontano. Molto più di quando sei a terra.

E no, da ultimo non so neanche se riuscirò in tutto ciò che mi sono prefisso o se fallirò ogni singolo obiettivo. Non so se tutto questo farà di me una persona migliore o peggiore. Non so se sia giusto inseguire così i propri sogni. Onestamente, non so nemmeno se io mi meriti davvero di poterlo fare.

Ci sono un sacco di cose che non so. È tempo di partire.

_MG_1979

Be Sociable, Share!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *